Seleziona una pagina

Il brindisi di inizio vendemmia è arrivato anche in Oltrepò, alla Tenuta Mazzolino, con Regione Lombardia che ha annunciato attraverso il suo assessore all’agricoltura Fabio Rolfi un osservatorio regionale sulla carta dei vini. Rolfi ha anche sottolineato le aspettative della produzione 2019, puntando più alla qualità che alla quantità.

È partita la vendemmia nell’Oltrepò e l’assessore all’Agricoltura della Lombardia Fabio Rolfi ha voluto essere presente alla Tenuta Mazzolino all’avvio insieme, fra gli altri, al futuro direttore del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese Carlo Veronese. Per quest’anno la stima è di una produzione del 20% inferiore allo scorso anno ma di buona qualità.

Non dobbiamo inseguire la quantità, ma la qualità’, il nostro primo obiettivo deve essere posizionare più in alto la nostra bottiglia per prezzo, grazie al valore del prodotto” ha detto Rolfi spiegando che nei prossimi mesi la Regione farà partire un Osservatorio regionale della Carta dei vini per capire il posizionamento delle nostre etichette nelle carte dei vini di Milano.

La produzione in ettolitri della vendemmia dello scorso anno in Lombardia ha superato i 1,572 milioni di ettolitri di ‘vino finito’ (+55,03% rispetto alla sfortunata vendemmia del 2017).

Carlo Veronese, da settembre direttore del Consorzio Tutela Vini Oltrepò, accettando con entusiasmo la sfida per un Territorio di valore ha detto anche:  Il via ufficiale della vendemmia è sempre emozionante perché promette il futuro del vino. Mi fa piacere che quest’anno Fabio Rolfi abbia scelto l’Oltrepò per dare l’avvio a quella che per certi versi è la stagione più importante del vignaiolo. La raccolta dell’uva è di fatto l’avvio di un progetto che per questo territorio è più che mai importante perché punta a riconquistare leadership di qualità e di autenticità con i suoi prodotti storici e di punta che da sempre rappresentano la varietà e il potenziale unico di queste colline del vino.