L’Assemblea Ordinaria dei Soci, tenutasi in data odierna, mercoledì 28 febbraio 2024, presso la Sala Gallini della Fondazione Riccagioia, a Torrazza Coste (PV), dopo un saluto iniziale da parte della presidente Gilda Fugazza, ha deliberato sui punti previsti dall’ordine del giorno, approvando il Bilancio Consuntivo 2023 e la relazione del Consiglio di Amministrazione sull’attività svolta e la relazione del Collegio Sindacale.

È stata poi la volta dell’esame e approvazione del Bilancio Preventivo 2024. L’Assemblea ha deciso di mantenere invariati i contributi erga omnes relativi alle denominazioni tutelate.  Si è passati poi al rinnovo del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale per il prossimo triennio 2024/2026.

Il nuovo Consiglio d’Amministrazione risulta composto da:
Categoria viticoltori: Cristian Calatroni (Calatroni di Calatroni Cristian), Caterina Cordero (Cordero SSA), Camillo Dal Verme (Az.Agr. Dal Verme Camillo e Filippo SS),  Luigi Gatti (Legoratta), Daniele Passerini (Molino di Rovescala),  Valeria Radici Odero (Frecciarossa Srl Società Agricola), Paolo Verdi (Az.Agr. Verdi Paolo).
Categoria vinificatori: Antonio Achilli (Az. Agr. Manuelina SSA), Massimo Barbieri (Torrevilla Vit. Associati Soc. Coop Agr), Umberto Callegari (Terre d’Oltrepò Scapa), Fabiano Giorgi (Giorgi Srl), Ottavia Giorgi Vimercati di Vistarino (Conte Vistarino SS), Roberto Lechiancole (Prime Alture Srl), Francesca Seralvo (Agricola Mazzolino Srl).
Categoria imbottigliatori: Luca Bellani (Az. Agr. Cà di Frara), Quirico Decordi (Vinicola Decordi del Borgo Imperiale Cortesole SPA), Federico Defilippi (Agricola De Filippi Fabbio), Renato Guarini (Losito e Guarini Srl), Paolo Tealdi (Castello del Poggio Sarl), Pier Paolo Vanzini (Az. Vitivinicola Vanzini Sas), Valeria Vercesi (Soc. Agricola Vercesi Nando e Maurizio SS).

Il Collegio Sindacale per il prossimo triennio sarà così composto: Vittorino Orione (presidente), Elena Cavallotti e Giovanni Giorgi.

Fra i punti tecnici proposti all’Assemblea, anche in segno di continuità e coerenza sul piano di riorganizzazione e innovazione svolto sino ad ora dal CDA presieduto da Gilda Fugazza, è stata approvata la proposta di richiedere a Regione Lombardia di attivare un sistema di tracciabilità per l’IGT, pratica che garantisce maggiore tutela sul confezionamento dell’Indicazione Geografica Provincia di Pavia.

Ha dichiarato Gilda Fugazza che ha presieduto l’Assemblea: Sono contenta che questa Assemblea abbia compreso l’importanza della richiesta tecnica che sarà portata avanti in Regione Lombardia. Lo considero un successo di questo CDA uscente, che ringrazio per il lavoro svolto insieme fino a qui, e mi auguro che anche in futuro il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese prosegua sull’unica strada perseguibile per il successo e il valore del nostro mondo del vino, quella della serietà, della sostenibilità anche economica, del rispetto delle regole, della valorizzazione e tutela delle Denominazioni.

Il Comunicato Stampa in PDF qui