Regione Lombardia e le sue eccellenze enogastronomiche sono protagoniste dal 7 al 10 maggio 2024 alla 22ª edizione di Cibus, a Parma. I prodotti di Lombardia sono in vetrina alla più importante fiera dedicata all’agroalimentare italiano dove è presente con uno stand per l’assaggio dei vini delle sue Doc e della Docg anche il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese.

“Per la Lombardia – ha detto l”assessore regionale Alessandro Beduschi – questo evento rappresenta anche l’occasione per parlare di Olimpiadi attraverso i prodotti regionali, con un focus particolare su quelli della Valtellina, che si prepara con orgoglio ad accogliere i Giochi Olimpici e Paralimpici invernali 2006, con le sue bellezze e il suo cibo”.

La Direzione Generale Agricoltura di Regione Lombardia partecipa alla rassegna con il supporto di ERSAF (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste) e assieme al Distretto Agroalimentare che coinvolge i Consorzi di tutela valtellinesi (Bresaola della Valtellina IGP, Bitto DOP e Valtellina Casera DOP, Mela di Valtellina IGP, Vini di Valtellina DOCG/DOC/IGT, I Pizzoccheri della Valtellina IGP), già supporter delle Olimpiadi invernali 2026. Nello spazio allestito da Regione Lombardia sono presenti in degustazione i prodotti tipici regionali, quelli dei territori coinvolti nell’evento e il Grana Padano, sponsor dei Giochi.

Mercoledì 8 maggio sono state organizzate due masterclass ‘Dalle montagne di Milano-Cortina 2026 i prodotti DOP e IGP della Valtellina’ dedicate a buyers nazionali e internazionali, incentrate sulla Valtellina e alle sue eccellenze a Indicazione Geografica. Oltre alle più importanti aziende dell’agroalimentare lombardo, a Cibus sono presenti con un loro spazio istituzionale i  Consorzi di Lombardia. Oltre al Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, Consorzio Tutela Grana Padano, Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano, Consorzio di Tutela del Salame d’oca di Mortara, Consorzio di tutela del Salame di Varzi, Consorzio per la Tutela del Formaggio Gorgonzola.

“Cibus è una vetrina di qualità – ha detto Carlo Veronese, direttore del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese presente alla rassegna di Parma – che permette di tastare il polso al settore economico agroalimentare, risorsa fondamentale per l’economia del Paese, che anche attraverso queste fiere afferma con convinzione l’eccellenza delle proprie Denominazioni. I grandi brand internazionali del nostro made in Italy, come ad esempio Grana Padano, con cui abbiamo portato avanti numerose iniziative promozionali anche grazie alla Camera di Commercio di Pavia, sono alleati per la qualità e per la promozione della qualità. Ma ci permettono anche di raccontare piccole-grandi storie di prodotti con forte identità locale, attraendo il consumatore al di là del prodotto “buono”, promuovendo così anche i luoghi di origine”.