Seleziona una pagina

CONTATTI

Il Consorzio Tutela Vini dell’Oltrepò promuove e protegge il valore di un patrimonio vitivinicolo di Lombardia che è la nostra storia. Facendo rete.

Info

Sede Consorzio

Via Riccagioia, 48  27050
TORRAZZA COSTE (PV)
}

Orari apertura

da lunedì a giovedì:
8.30/12.30 – 13.30/17.30
venerdì:
8.30/12.30 – 13.30/16.30
v

Come contattarci

tel. 0383 77028
info@consorziovinioltrepo.it
k

Media relations

Luciana Rota (Ikki Lab)
tel. +39 3921968174
luciana.rota@me.com
Cosa sono i consorzi?

I Consorzi di tutela nascono come associazioni volontarie, senza finalità lucrative, regolamentate dall’articolo 2602 del Codice Civile, promosse dagli operatori economici coinvolti nelle singole filiere con la precisa funzione di tutelare le produzioni agroalimentari Dop e Igp. Tali prodotti, ritenuti meritevoli di particolare protezione giuridica, vengono inseriti in specifici regimi di qualità istituiti e regolamentati dalla normativa comunitaria, e risultano iscritti nell’apposito registro europeo delle DOP (Denominazioni d’Origine Protette) e IGP (Indicazioni Geografiche Protette).

Fonte: Mipaaf

Che funzione ha un consorzio?
L’art. 14 della Legge 21 dicembre 1999 n. 526 stabilisce che ai Consorzi di tutela riconosciuti dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf) siano attribuite funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale delle Indicazioni Geografiche.

Fonte: Mipaaf

Che attività di tutela possono intraprenderei consorzi?
Nello svolgimento della loro attività essi possono:

a) avanzare proposte di disciplina regolamentare e svolgere compiti consultivi relativi al prodotto interessato;

b) definire programmi recanti misure di carattere strutturale e di adeguamento tecnico finalizzate al miglioramento qualitativo delle produzioni in termini di sicurezza igienico-sanitaria, caratteristiche chimiche, fisiche, organolettiche e nutrizionali del prodotto commercializzato;

c) promuovere l’adozione di apposite delibere contenenti accordi, approvati dal Mipaaf e privi di qualsiasi contenuto anticoncorrenziale, tra operatori economici che beneficino di una stessa IG e tendenti ad una corretta programmazione produttiva in funzione delle esigenze del mercato;

d) collaborare, secondo le direttive impartite dal Mipaaf, alla vigilanza, alla tutela e alla salvaguardia della DOP e della IGP da abusi, atti di concorrenza sleale, contraffazioni, uso improprio delle denominazioni tutelate e comportamenti comunque vietati dalla legge; tale attività è esplicata ad ogni livello e nei confronti di chiunque, in ogni fase della produzione, della trasformazione e del commercio.

Al fine di coadiuvare le competenti Istituzioni nel perseguimento dei suddetti obiettivi, il DM del 12 ottobre 2000 istituisce un sistema di collaborazione degli organismi consortili con l’Ispettorato centrale repressione frodi (ICQRF).

Fonte: Mipaaf

Chi gestisce i marchi e i distintivi DOP e IGP?
Agli stessi Consorzi sono inoltre affidati gli importanti e delicati incarichi della gestione dei marchi e contrassegni come segni distintivi della conformità ai disciplinari di produzione delle DOP e IGP.

Fonte: Mipaaf